L’Inail ha reso disponibili in rete gli atti del seminario di Contarp, Csa e Cit Inail dal titolo “Sfide e cambiamenti per la salute e la sicurezza sul lavoro nell’era digitale”.

Scopo del seminario, era fornire esempi concreti di approccio e di risoluzione delle problematiche legate alla salute e sicurezza sul lavoro nell’era digitale e alle nuove modalità di lavoro.

I contributi presentati durante le giornate di lavoro, nate come aggiornamento dei professionisti Contarp, Csa, Cit, testimoniano l’interazione e la collaborazione dei professionisti delle Consulenze organizzatrici (Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione, Consulenza statistico attuariale e Consulenza per l’innovazione tecnologica), al fine di stimolare momenti di riflessione sul contributo che le diverse professionalità dell’Istituto possono fornire in merito a servizi innovativi e prodotti all’avanguardia nell’ottica di un sistema integrato a tutela del lavoratore.

Nel corposo volume, composto da oltre 400 pagine, che riporta tutti i contributi dei professionisti intervenuti, sono da segnalare in particolare le sessioni dal titolo “Nuove modalità di lavoro e nuovi rischi: anticipare le evoluzioni e individuare le soluzioni”, “Gestione della sicurezza tra sistemi tradizionali e innovazione” e “Formazione e aggiornamento come leve di miglioramento dell’apporto professionale ai processi dell’Istituto”.

“Queste giornate di approfondimento non solo tracciano una sintesi del lavoro svolto, ma vogliono proporre, facendo tesoro delle esperienze fatte, una riflessione sulle modalità tecniche di azione da mettere in campo per il miglioramento della tutela assicurativa, della prevenzione sul lavoro, delle attività di reinserimento socio-lavorativo, delle collaborazioni e delle relazioni istituzionali interne ed esterne all’Inail. In linea con la strategia europea di Vision Zero è giusto lavorare per coltivare il sogno di zero infortuni per essere attori del cambiamento e dell’innovazione nella quarta rivoluzione industriale”.

FONTE:INAIL

Clicca qui per accedere al sito istituzionale dell’INAIL e scaricare il testo